Pulire gli scarponi da trekking: 6 consigli!

pulire-scarponi-trekking

Scarponi da trekking: sono i nostri strumenti di battaglia! Indispensabile quindi curarli al meglio.

Scarponi da trekking: abbiamo investito tempo e denaro per scegliere quelli migliori per noi, ci accompagnano fedelmente in ogni escursione, con le giuste calze da trekking ci evitano vesciche e distorsioni.
Ma, alla fine della giornata, sappiamo come pulire gli scarponi? Il trekking di certo non li lascia lindi, quindi è necessario ripulirli perché possano durare nel tempo.

  1. Ho un sassolino negli scarponi… da trekking
    Prima cosa per pulire gli scarponi da trekking è togliere dalla suola i sassi incastrati e il fango. Per questa operazione potete utilizzare uno spazzolino da denti (magari non quello che usate tutte le sere…), che vi aiuterà a pulire gli scarponi da trekking nelle parti più difficili. Se dopo questa operazione l’interno fosse umido, togliere la soletta e fatela asciugare.
  2. L’acqua passa sotto i ponti… ma non nei nostri scarponi da trekking!
    A questo punto, nel pulire gli scarponi da trekking, potete testare la tenuta all’acqua. C’è bisogno di fare di nuovo l’impermeabilizzazione, oppure non ancora? Nel primo caso, cospargete la tomaia con il liquido o lo spray appositi per aumentare l’impermeabilità degli scarponi. Il vostro trekking non avrà più nulla da temere! Attenzione ad usare sempre i prodotti adatti al tipo di tomaia: pelle, nabuk o sintetico richiedono prodotti diversi!
  3. Scarponi da trekking: un legame a doppio… laccio
    A volte non ci si pensa, ma i lacci sono importantissimi! Nel pulire gli scarponi da trekking, controllate sempre che siano in buone condizioni. Se vi sembra che un laccio si stia per rompere, sostituitelo prima che vi accada in montagna! Un detto recita: ”Prendetevi cura dei vostri scarponi da trekking, e loro si prenderanno cura di voi!”. Tenetelo presente!
  4. A noi piace il caldo, ma agli scarponi da trekking no!
    Dopo aver pulito gli scarponi da trekking, non fateli mai asciugare vicino ad una forte fonte di calore, come fuoco, calorifero o phon. Il caldo intenso potrebbe modificare la calzata! Lasciate sempre asciugare i vostri scarponi da trekking all’aria aperta, ma non alla luce diretta del sole… sono un po’ vampiri, in questo. Per fare in modo che mantengano la forma, riempiteli con carta da giornale.
  5. Guardare oltre: l’interno degli scarponi da trekking!
    Usate acqua tiepida per pulire l’interno degli scarponi da trekking. Potete anche aggiungere un po’ di sapone da bucato nel caso la fodera fosse in pelle. Se il profumo, invece, non fosse dei migliori, ogni tanto usate piccole quantità di borotalco o bicarbonato, che vi aiuteranno a rimuovere gli odori!
  6. Metti la cera… anche sugli scarponi da trekking!
    Dopo la pulizia, gli scarponi da trekking vanno riposti in un luogo che abbia una temperatura normale e possibilmente costante (quindi né troppo calda né troppo fredda). Ungete ganci ed asole con cera o vaselina, per proteggerli dalla corrosione. Last but not least: tenete sempre allacciati gli scarponi da trekking, anche quando sono nell’armadio! I lacci mantengono la scarpa nella posizione corretta e non si danneggiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *